EMOTON: l'album d'esordio di Bautista tra latin music e genere emo

EMOTON: l'album d'esordio di Bautista tra latin music e genere emo

Ambasciatore della nuova wave musicale Emoton, Bautista pubblica l'omonimo album d'esordio, un punto d'incontro impossibile tra i ritmi e le forme latine e l'immaginario, l'estetica e le tematiche emo. Il progetto discografico si compone di 11 tracce e include i singoli Callao, Coca e Caramelle pubblicati nelle scorse settimane. Emoton si presenta come un album "sui generis", con cui Machweo e 999asura sfatano il mito di reggaeton da “hit estiva”, facendo confluire in un nuovo genere musicale l’essenza originaria della latin music, in particolar modo quella del Perù, a cui aggiungono narrazioni intense ed emotive, le cui tematiche e contenuti si rifanno al genere Emo.

Con questo ambizioso progetto, i due artisti hanno scelto di intraprendere un percorso di crescita interiore intenso, sorprendente e carico di significato, diventando narratori erranti di una storia raccontata attraverso le tre fasi che compongono gli shōnen, i “viaggi dell’eroe” della cultura dei manga giapponesi: la “consapevolezza”, essenziale per comprendere se stessi, il “conflitto”, indispensabile per migliorare e compiere la propria realizzazione, e la “comprensione”, imprescindibile al raggiungimento della maturità necessaria per convivere con le proprie debolezze e trovare la pace.

  

L’album si apre con Bandera, brano che, come suggerisce il titolo, è una vera e propria “bandiera” del genere “emoton”, una danza nostalgica in cui Bautista esprime la voglia di scappare, la sensazione di sentirsi costantemente un outsider e il desiderio di vivere una vita piena e appagante.

Segue Coca, che trasporta l’ascoltatore nelle affollate e caotiche strade di Bogotà, rendendolo partecipe dell’instancabile ricerca della persona amata, in una sorta di astinenza sentimentale che irretisce e al contempo porta a girovagare senza meta nei propri ricordi.

Il viaggio continua con Pregherò anche per te, che descrive gli aspetti più duri di una relazione senza futuro, ma in cui si accantonano l’odio e i torti subiti, nonostante tutto. La quarta traccia è Congratulazioni, dove si dà spazio a un’altra sfumatura del tema dell’amore perduto. I versi danno voce ai ricordi, i quali alimentano un sentimento di mancanza e portano a sperare nel ritorno della persona amata.

A seguire Caramelle, che racconta l’insofferenza della quotidianità e la nostalgia di sporadici momenti adrenalinici e pienamente felici. Giorni brutti è invece un brano dalle sonorità pacate che, attraverso la melodia e i versi cantati, trasporta l’ascoltatore in un’atmosfera dalle sfumature oniriche. Il titolo si riferisce a quei giorni che ognuno di noi ha vissuto almeno una volta nella vita. I versi si caricano di parole di conforto ed empatia. La traccia successiva è Callao, primo singolo d'apertura del progetto discografico, avvalorato anche dalla partecipazione di Charlie KDM di Machete Crew, che presta la sua voce nello skit iniziale. Segue Pretesto, un brano che invita a non lasciarsi abbattere dalle difficoltà che si possono presentare lungo il cammino e a reagire ad esse dimostrando il proprio valore. Il feat. con Guesan aggiunge valore alle sonorità latine.

Il singolo successivo Senna, pubblicato nel settembre 2020, parla invece di una relazione a tre, un “poliamore-odio” che vive di ansia, depressione e paura. Facendo riferimento al celebre pilota e al suo sguardo in griglia di partenza, Bautista ammette senza vergogna la sua fragilità e la difficoltà di autoriflessione e analisi della propria interiorità. Una buona storia è nostalgia per l'amore perduto: non è tanto la storia quanto saperla raccontare - canta 999asura - sono frammenti di vita attraverso immagini e metafore evocative.

Venerdì è personale, una confessione fatta a Dio e la richiesta di perdono per essersi fatti del male.

Bautista porterà la sua musica sul palco del Glassa @ Tunnel Club di Milano e presenterà live per la prima volta i brani di Emoton. L’appuntamento è previsto per giovedì 21 aprile 2022 in Via Giovanni Battista Sammartini 30.