Imparare a sbagliare e concedersi l'errore: il nuovo mantra di Joan Thiele nel suo 'Atto III - L'Errore'

Atto III - L’Errore è l'ultimo lavoro di Joan Thiele fuori ora su tutte le piattaforme digitali per Undamento. Il terzo e ultimo atto dell'artista si compone di due nuove canzoni: Errori prod. B-Croma, Sotto la pelle prod. Mace e Venerus.

Joan ha definito così il suo ultimo atto: Il mio viaggio si chiude raccontando il più dolce pensiero di questo mio ultimo anno: concedermi l’errore. Imparare a sbagliare come un cyber struccato che ricerca l’istinto, la necessità di cantare leggerezza. Mi concedo l’errore e la paura di sbagliare. La perfezione non esiste, fortunatamente. 

 

 

R&B, soul, allusioni jazz, vocazione internazionale con un impianto cinematografico che ricorda le colonne sonore del cinema italiano anni ’60 e ’70, da Piero Umiliani a Piero Piccioni.

La cantautrice e producer italo-colombiana dall’impronta musicale ed estetica del tutto personale, sempre originale, dimostra che un nuovo approccio sperimentale alla musica pop è possibile. Una consapevolezza sonora che, a partire dall’ep Operazione Oro, ha trovato seguito in un progetto composto da atti, ciascuno di due brani. Dopo Atto I - Memoria del Futuro, Atto II - Disordinato Spazio e Coraje, una canzone pensata e realizzata come un intervallo e disponibile sul canale Vevo dell’artista, torna ad emozionarci con l’ultimo capitolo di questa trilogia, dedicato all’Errore.

Joan Thiele continua il suo viaggio terribilmente affascinante tra tradizione e sperimentazione e con le nuove canzoni e un tour estivo che ha toccato i migliori festival italiani (come il Jazz:Re:Found, Castello Sforzesco di Milano), conquistando nuovi ambienti, nuove scene e sempre più persone.